Cala Mariolu: un paradiso nascosto nel cuore della Sardegna

Cala Mariolu: un paradiso nascosto nel cuore della Sardegna

Situata nella spettacolare Costa di Baunei, nel cuore del Golfo di Orosei in Sardegna, Cala Mariolu è indubbiamente una delle perle più preziose dell’isola. Questa splendida spiaggia di ciottoli bianchi e rosa, circondata da ripide scogliere a picco sul mare, è famosa per le sue acque cristalline che si tingono di incredibili sfumature di azzurro, verde smeraldo e turchese.

La sua bellezza mozzafiato e l’accesso limitato la rendono una meta imperdibile per gli amanti della natura. Per raggiungerla, i visitatori possono intraprendere un’avventurosa escursione a piedi lungo il sentiero di Baunei o con una gita in barca dai porti vicini. Una volta lì, si apre un paradiso di attività come lo snorkeling, le immersioni e l’esplorazione delle splendide grotte e calette vicine.

Non a caso, Cala Mariolu è risultata la spiaggia più bella d’Europa e la seconda più bella nel mondo nel 2024, in base alla classifica stilata da The World’s 50 Best Beaches.

Il paesaggio naturale di Cala Mariolu

Cala Mariolu è un vero gioiello naturale, caratterizzato da un paesaggio incredibile che lascia senza fiato. Questa incantevole insenatura si trova sulla costa centro-orientale della Sardegna, nel territorio di Baunei, e fa parte della suggestiva regione del Golfo di Orosei.

Dove si trova Cala Mariolu?

Ciò che rende Cala Mariolu così unica è la sua straordinaria gamma di colori. Le acque cristalline si tingono di incredibili sfumature di azzurro, verde smeraldo e turchese, creando uno spettacolo naturale senza eguali. La spiaggia, poi, è ricoperta da ciottoli bianchi e rosa che sembrano vere e proprie “pulci di neve”, conferendo un aspetto quasi surreale al paesaggio.

Cala Mariolu è circondata da ripide scogliere che raggiungono un’altezza di 500 metri, creando un ambiente naturale spettacolare e suggestivo. Queste imponenti pareti rocciose, oltre a offrire una cornice mozzafiato, rendono la cala accessibile solo attraverso un impegnativo sentiero escursionistico o via mare.

Le acque basse e limpide di Cala Mariolu creano un vero e proprio “acquario naturale“, popolato da migliaia di pesci e altre specie marine. Questo ecosistema sottomarino unico attira subacquei e appassionati di snorkeling da tutto il mondo, desiderosi di esplorare le meraviglie di questo angolo di paradiso. Non è raro, inoltre, avvistare delfini al largo della cala.

Cala Mariolu è considerata una delle spiagge più caratteristiche e belle della Sardegna e del Mediterraneo, grazie al suo paesaggio naturale straordinario e alla sua bellezza senza pari.

Da Ispuligidenie a Cala Mariolu: origini del nome

Cala Mariolu è localmente conosciuta anche come Ispuligidenie. Vediamo l’origine e le storie dietro questi nomi.

Ispuligidenie

Questo nome, più antico e di origine locale, deriva dal sardo baunese “su pulige de nie“, che significa letteralmente “le pulci di neve“. I pastori della zona utilizzarono questa poetica metafora per descrivere i minuscoli ciottoli bianchi e levigati che ricoprono la spiaggia, simili a minuscole pulci bianche sulla neve.

In realtà, l’origine del nome “Ispuligidenie” potrebbe non essere legata solo ai ciottoli. Secondo alcuni studiosi, potrebbe derivare da un’antica leggenda che narra di un giovane pastore innamorato di una fata. La fata viveva in una grotta vicino alla spiaggia e ogni sera scendeva sulla sabbia per ballare sotto la luce della luna. Il pastore, per poterla vedere, si nascondeva tra le rocce e la osservava di nascosto. Un giorno, però, la fata lo vide e, offesa dalla sua intrusione, lo trasformò in una pulce. Da quel giorno, il pastore vagava per la spiaggia sotto forma di pulce, dando il nome “Ispuligidenie” (luogo delle pulci) alla cala.

Cala Mariolu

Mentre, l’affascinante nome “Cala Mariolu” ha radici che risalgono ai primi del Novecento, quando quest’area era una tappa per i navigatori che giungevano in Sardegna per commerciare e pescare. Questi marinai avevano l’abitudine di conservare il loro pescato in una grotta nella parte settentrionale della cala, dove una costante sorgente d’acqua dolce, separata dal mare da una lingua di sabbia, impediva ad altri pesci predatori di razziare la loro preziosa merce.

Purtroppo, i navigatori non avevano fatto i conti con le foche monache del Mediterraneo, che riuscivano ad attraversare la barriera naturale e a razziare il pescato durante la notte. Questi animali, noti per la loro astuzia, guadagnarono il soprannome di “marioli” (ladri) dai pescatori di Ponza, che li accusavano di “rubare” il pesce dalle loro reti.

Questo curioso aneddoto ha lasciato un’impronta indelebile sulla toponomastica della zona, conferendo a Cala Mariolu un nome evocativo e una storia affascinante da raccontare.

Come arrivare a Cala Mariolu?

Come abbiamo anticipato, Cala Mariolu si trova nella meravigliosa Ogliastra, nel territorio di Baunei, sulla costa centro-orientale della Sardegna. Per raggiungere questo angolo di paradiso, i visitatori hanno due opzioni principali: via terra o via mare.

Via Terra

L’accesso via terra richiede un’escursione a piedi impegnativa ma altamente scenica. Questo percorso di circa 7 km si snoda attraverso panorami mozzafiato, offrendo viste spettacolari sulle scogliere e sul mare cristallino. Nonostante la sua difficoltà, l’escursione è ampiamente ripagata dalla bellezza senza pari di Cala Mariolu.

Via Mare

Un’alternativa più comoda per raggiungere Cala Mariolu è attraverso un’escursione in barca. Numerosi operatori turistici offrono gite in barca con partenza dai porti vicini come Cala Gonone, Santa Maria Navarrese, Arbatax, La Caletta e Orosei. Cala Gonone è il punto di partenza più popolare per queste escursioni, grazie alla sua vicinanza alla cala.

Cala Mariolu Sardegna

Indipendentemente dalla modalità di accesso scelta, l’esperienza di raggiungere Cala Mariolu è un’avventura indimenticabile che permette di godere appieno della bellezza incontaminata di questa perla della Sardegna.

Attività ed esplorazioni

Cala Mariolu offre un’esperienza unica e indimenticabile per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta. Questa splendida cala è un vero paradiso per chi desidera immergersi nelle acque cristalline e ammirare la ricca vita marina che popola i suoi fondali.

Nuotare in un Acquario Naturale

Le acque basse e limpide di Cala Mariolu creano un vero e proprio “acquario naturale”, popolato da migliaia di pesci e altre specie marine. Immergersi in questo ambiente sottomarino è un’esperienza mozzafiato, che permette di ammirare da vicino la straordinaria biodiversità di questa zona.

  1. Snorkeling: Per gli appassionati di snorkeling, Cala Mariolu offre l’opportunità di esplorare il suo ricco ecosistema marino senza doversi immergere troppo in profondità. Basterà indossare maschera e boccaglio per ammirare da vicino la vita sottomarina.
  2. Immersioni Subacquee: Per chi desidera spingersi oltre, le immersioni subacquee a Cala Mariolu sono un’esperienza imperdibile. I fondali rocciosi e le grotte sottomarine creano un ambiente affascinante da esplorare, offrendo la possibilità di avvistare una vasta gamma di specie marine.

Avvistamenti Naturalistici

Oltre alle meraviglie sottomarine, Cala Mariolu offre la possibilità di avvistare diverse specie di uccelli e mammiferi marini. Alzando lo sguardo verso le imponenti scogliere che circondano la cala, non è raro scorgere falchi pellegrini e cormorani che nidificano in queste pareti rocciose.

Inoltre, al largo di Cala Mariolu, è possibile avvistare delfini che nuotano nelle acque cristalline del Golfo di Orosei. Questi splendidi mammiferi marini aggiungono un tocco di magia all’esperienza di esplorazione di questo angolo di paradiso.

Cala Mariolu Baunei

Cosa vedere nei dintorni di Cala Mariolu

Cala Mariolu si trova in un’area ricca di bellezze naturali e attrazioni imperdibili. Oltre alla sua stessa incantevole cala, i visitatori possono esplorare numerose altre meraviglie nelle vicinanze.

Grotte e Calette Nascoste

  • Grotta del Fico: Questa suggestiva grotta si trova a pochi passi da Cala Mariolu, offrendo l’opportunità di ammirare stalattiti e stalagmiti millenarie.
  • Cala Goloritzè: Considerata una delle spiagge più belle d’Italia, Cala Goloritzè è un vero gioiello incontaminato, raggiungibile solo via mare o attraverso un’impegnativa escursione.
  • Cala Sisine e Cala Biriola: Queste due incantevoli calette si trovano lungo il sentiero di Baunei, regalando panorami mozzafiato e acque cristalline.
  • Cala Luna: Famosa per la sua ampia spiaggia di sabbia bianca, Cala Luna è un’altra tappa imperdibile per gli amanti del mare.

Attrazioni Naturali e Culturali

Oltre alle splendide calette, la zona offre numerose altre attrazioni da non perdere:

  • Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu: dista 25,44 km ed è un vasto parco naturale che protegge l’intera area.
  • Rocce Rosse di Arbatax: dista 20,75 km, si tratta di formazioni rocciose di colore rosso intenso.
  • Spiaggia del Lido di Orrì: dista 24,89 km ed è una lunga spiaggia di sabbia bianca.
  • Su Nuraxi di Barumini: dista 74,74 km, si tratta di un sito UNESCO Patrimonio dell’Umanità

Che si tratti di esplorare grotte e calette nascoste o di ammirare le meraviglie naturali e culturali della zona, i dintorni di Cala Mariolu offrono un’infinità di opportunità per rendere la vostra visita indimenticabile.

Cala mariolu come arrivare

Conclusioni

Esplorare Cala Mariolu e le sue meraviglie naturali è un’esperienza unica e imperdibile per tutti gli amanti della natura e delle bellezze incontaminate. Questa cala nascosta sulla costa orientale della Sardegna offre un paesaggio spettacolare, con acque cristalline che si tingono di splendide sfumature di azzurro e verde, scogliere maestose e una ricca vita marina. Che si scelga di raggiungerla attraverso un’avventurosa escursione o una tranquilla gita in barca, la ricompensa finale sarà un paradiso naturale di rara bellezza.

Cala Mariolu rappresenta solo una delle tante gemme della Sardegna. Questa regione offre un’infinità di meraviglie naturali, dalle calette nascoste alle grotte suggestive, senza dimenticare le attrazioni culturali e i parchi naturali. L’esplorazione di questo angolo di paradiso e dei suoi dintorni lascia ricordi indimenticabili, ispirando un profondo rispetto e ammirazione per la natura incontaminata dell’isola.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto