Prodotti Agroalimentari Tradizionali italiani (PAT)

Views: 94

I Prodotti Agroalimentari Tradizionali italiani (PAT)

A partire dal 1998 il Ministero delle Politiche Agricole istituisce un elenco di prodotti di nicchia, con produzioni limitate nei quantitativi e nelle porzioni di territorio interessate.

I frutti delle lavorazioni agricole per essere riconosciuti come Prodotti Agroalimentari Tradizionali devono avere i seguenti requisiti:

  • devono essere ottenuti con metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura consolidati nel tempo;
  • essere omogenei per tutto il territorio interessato;
  • lavorati secondo le regole tradizionali;
  • il tutto per un periodo non inferiore ai venticinque anni.

I PAT sono suddivisi in Regioni e Settori. Queste ultimi sono:

  • Bevande analcoliche, distillati e liquori
  • Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazioni
  • Condimenti
  • Formaggi
  • Grassi (burro, margarina, oli)
  • Paste fresche e prodotti di panetteria, pasticceria, biscotteria e confetteria
  • Piatti composti
  • Preparazioni di pesci, molluschi e crostacei e tecniche particolari di allevamento degli stessi
  • Prodotti della gastronomia
  • I Prodotti di origine animale (miele, prodotti caseari di vario tipo escluso il burro)
  • Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati

Vedi anche Elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) della Sardegna

Condividi