Ricetta Cavolfiore soffocato alla sarda

Views: 870

La ricetta del Cavolfiore soffocato alla sarda.

Il cavolfiore soffocato è un ottimo contorno per piatti a base di carne.

Il nome (soffocato) presumibilmente deriva dall’antica consuetudine di cuocere questa pietanza nel fuoco a legna, con le braci posizionate anche sopra il coperchio della pentola di cottura. Nei fatti si tratta di uno stufato di cavolfiore, con aggiunta di sapori.

La ricetta del cavolfiore soffocato è semplice da preparare e necessita di pochi ingredienti facilmente reperibili. Insieme a minestroni e zuppe è uno dei piatti caratteristici della stagione invernale.

Ingredienti per il cavolo soffocato

  • 1 Cavolfiore medio
  • 1 cipolla media
  • 100 g di olive nere
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo, sale

Preparazione del cavolo soffocato

Tagliare il cavolfiore in 8 parti, eliminare la parte dura del gambo e le foglie.
Mettere il cavolo in ammollo, per almeno 20 minuti, in un recipiente d’acqua fredda con del bicarbonato. Al termine lavare bene con acqua corrente.

In un tegame, largo a sufficienza per posizionare le parti del cavolo senza sovrapporle, versare dell’acqua fredda sino a ricoprire completamente il cavolo. Aggiungere del sale grosso ed uno spicchio d’aglio intero.
Portare ad ebollizione e far bollire per 2-3 minuti.

Nel frattempo tagliare la cipolla a pezzetti e farla imbiondire, in una padellina, nell’olio evo.

Spegnere il cavolfiore e scolare una parte dell’acqua di ebollizione. Devono rimanere circa 3 centimetri d’acqua sul fondo della pentola.

Rimettere il tegame con il cavolo sul fuoco. Unire la cipolla rosolata, le olive e un po’ di sale. Chiudere con il coperchio e far cuocere, a fuoco moderato, per circa 20-30 minuti. Se necessario, prima di spegnere, correggere di sale.

Servire a tavola caldo o a temperatura ambiente, con un filo d’olio evo a crudo.

Cavolfiore soffocato alla sarda, ricetta

Consigli e varianti

Alcune ricette prevedono l’aggiunta della polpa di pomodoro, che va unito al soffritto della cipolla.
Mentre, mia madre faceva soffriggere la cipolla nei ciccioli di maiale (gerdas). In mancanza di questi si può utilizzare la pancetta.
Per gli amanti del piccante, il cavolfiore soffocato è ottimo servito anche con una spolverata di pepe nero appena macinato.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *